MENU
amg_marciello_2017_header-614x251

Mercedes-AMG Customer Racing congratulates Mercedes #90

nurburgring_marciello_2017_header-614x25

Nürburgring: Last stage of the Sprint Series for Raffaele...

budapest_marciello_2017_header-614x25

30/08/2017 Comments (0) Views: 167 Blancpain GT Series 2017, Free Pratice, Gallery, Mercedes AMG, Qualifying, Races, Team AKKA, TeamLello

An uphill battle for the AMG GT3 number 90

An uphill battle for the AMG GT3 number 90

One month after his extraordinary Spa-Francorchamps performance, Raffaele Maricello was back at the wheel at Hungaroring for the fourth stage of the Blancpain Sprint Series. Already during the first free sessions, it became apparent that the weekend would be an uphill battle for the Marciello-Meadows duo. Marciello and his engineer worked hard to solve a set-up problem and to eliminate the understeer that made the first session so difficult. The work paid off and helped reduce the gap with the Audis and Lamborghinis that occupied the top positions, but the understeer problem remained.
On Saturday Meadows took the wheel for the first qualifying session (Q1), and Marcello followed up with a top performance in Q2 that guaranteed the team a sixth place and access to Q3, which is reserved for the top 15 positions. Marciello handled Q3 well, securing the eighth place, only three tenths from the best time. The qualifying race took place in the afternoon: an early start by the cars in front cost Marcello a position, and the problematic car set-up hindered his comeback attempts, never allowing him to reach his habitual pace. Marciello then handed the wheel to Meadows, who crossed the finish line in ninth place. On Sunday, for the main race, it was Meadows’ turn to start: again the set-up complicated the race from the get go, and the British driver lost a few positions before the switch with Marciello on minute 35. Marciello didn’t waste time and managed to accomplish a series of fast laps, but it was all in vain: a pit stop setback involving a broken wheel gun pushed him back to the fifteenth position, and although Marcello managed to climb back to twelfth, it wasn’t enough to make the weekend less disappointing.
Marcello and the team remain undaunted though, and look forward to September 15-17, when they will face a new Blancpain Sprint Series challenge on the fantastic Nurburgring track.


Un week end tutto in salita per la AMG GT3 numero 90

Ad un mese esatto dalla straordinaria prestazione della 24H di Spa-Francorchamps, Raffaele Marciello è nuovamente sceso in pista per il quarto appuntamento del Blancpain Sprint Series presso il circuito Ungherese dell’Hungaroring. L’equipaggio della Mercedes AMG GT3 numero 90 ha visto l’ormai nota accoppiata Marciello-Meadows pronta e riposata dopo il grande sforzo della maratona Belga conclusa con un ottimo podio. Nella giornata di Venerdì le vetture sono scese in pista per il primo turno di prove libere e sin dall’inizio si è capito che questo sarebbe stato un week end tutto in salita per la Mercedes AMG GT3 numero 90: il set-up della vettura era davvero lontano dall’essere ottimale ed un notevole sottosterzo ha impedito di andare oltre la ventesima posizione, ad un secondo dalla vetta. Senza perdersi d’animo, Marciello ha lavorato duramente con il proprio ingegnere cercando di trovare migliorie all’assetto della vettura prima di scendere in pista per il secondo turno di prove libere nel pomeriggio. Il lavoro svolto ha portato i suoi frutti anche se non totalmente come sperato: le secondo prove libere sono terminate in ottava posizione a mezzo secondo dalla vetta. Ridotto il gap dalle vetture Audi e Lamborghini, vere mattartici della pista Ungherese con tutte le line up nella parte alta della classifica, bisognava cercare di risolvere il continuo problema di sottosterzo che affliggeva la Mercedes AMG GT3 numero 90, impedendo a Marciello di guidare la vettura come avrebbe voluto.
Sabato mattina i motori si sono accesi per il turno di qualificazioni che ha visto partire Meadows nella Q1, seguito da Marciello nella Q2 (solo i primi quindici piloti al termine della Q2 hanno accesso alla Q3, la parte finale della qualificazione che determina lo schieramento di partenza per le prime quindici piazze). Con un’ottima prestazione, Marciello ha cercato di sopperire al sottosterzo della vettura utilizzando al meglio il proprio talento e riuscendo così a terminare la Q2 in sesta piazza a due decimi dalla vetta (da sottolineare la generale difficoltà di tutte le vetture Mercedes che su questo circuito hanno sempre occupato la parte bassa della classifica). Riuscendo a garantirsi l’accesso in Q3, Marciello ha dunque guidato nell’ultima sessione di qualificazione ottenendo l’ottavo posto assoluto a tre decimi dalla testa. Nel pomeriggio di Sabato è andata in scena la gara di qualificazione che ha visto Marciello impegnato nelle fasi di partenza della gara: purtroppo un avvio “leggermente” anticipato del serpentone di vetture, ha impedito ha Marciello di mantenere la propria piazza alla prima curva, perdendo una posizione. Tutto il resto della corsa è stato segnato da un passo gara buono ma non ottimale: il set-up della vettura era ancora prettamente sottosterzante con anche alcuni cenni di sovrasterzo nelle curve più veloci. Dopo Marciello è salito al voltante Meadows che ha portato la macchina al traguardo in nona posizione (seconda Mercedes in assoluto). Nella giornata di Domenica è andata in scena la Gara principale che ha visto Meadows impegnato al volante nelle fasi di partenza. Anche in questa occasione, purtroppo, la Mercedes AMG GT3 numero 90 ha perso alcune posizioni nella fasi di partenza andando a complicare il lavoro di una gara già in salita a causa di un set-up non ottimale. A trentacinque minuti dal termine è salito al volante Marciello che ha dato il massimo nell’ultima parte di gara concatenando una serie di giri veloci. Purtroppo nelle fasi di pit-stop è stato perso molto tempo a causa di una improvvisa rottura di una pistola utilizzata per il serraggio dei dadi per le gomme: è stato necessario sostituirla in fretta e furia nelle fasi iniziali della sosta perdendo così molto tempo rispetto gli avversari. Rientrato in gara in quindicesima posizione, Marciello è riuscito a portare la vettura al traguardo in dodicesima posizione senza, ovviamente, alcun cenno di sorriso a causa di un week end ricco di complicazioni dove non si è mai riusciti a trovare il giusto passo. Senza perdersi d’animo si guarda già alla prossima gara del Blancpain Sprint Series che sarà presso il magnifico circuito del Nurburgring durante il week end del 15-17 Settembre.

  • budapest_marciello_2017_gallery2
    budapest_marciello_2017_gallery2
  • budapest_marciello_2017_gallery1
    budapest_marciello_2017_gallery1
  • budapest_marciello_2017_gallery4
    budapest_marciello_2017_gallery4
  • budapest_marciello_2017_gallery3
    budapest_marciello_2017_gallery3
  • budapest_marciello_2017_gallery6
    budapest_marciello_2017_gallery6
  • budapest_marciello_2017_gallery7
    budapest_marciello_2017_gallery7
  • budapest_marciello_2017_gallery5
    budapest_marciello_2017_gallery5

Comments are closed.