MENU
marciello-paul-richard-2019

A WITHDRAWAL ROBS MARCIELLO OF A PRESTIGIOUS TRIUMPH

marciello-zandvoort-2019

A CLASSY WIN FOR MARCIELLO IN HOLLAND

marciello-misano-2019

02/07/2019 Comments (0) Views: 139 Mercedes-AMG, Races, TeamLello

A SOUR-TASTING PODIUM IN MISANO

BLANCPAIN GT WORLD CHALLENGE – MISANO
A SOUR-TASTING PODIUM

The second stage of the Blancpain GT World Challenge took place last weekend on the scorching hot asphalt of the “Marco Simoncelli” track in Misano. Marciello and his teammate Abril used Thursday’s tests and Friday’s free sessions to find the best setup for their Mercedes AMG GT3 no 88 (newly painted in a shiny red) and to better their feeling with the tortuous track. On Saturday’s qualifying Abril, in charge of the first session (Q1), obtained a fifth place (but was first among the other Mercedes), a mere three tenths behind the leader. Raffaele’s pace in Q2 was almost embarrassing for the competition, and the Ticino driver’s take-no-prisoners approach gained him a deserved pole position.

By the evening the heat had died down a bit, providing good conditions for race one. Abril didn’t start well and slipped back to eight, but was still able to keep pace with the leading group. A few collisions and tailspins helped him recover a couple positions, and he handed the car to Marciello in fourth. After the pit-stop, the Ticino driver found himself chasing the Lamborghini in the lead. While overtaking it was next to impossible, Marciello’s attempt widened the gap between him and the cars behind him, guaranteeing the no 88 a second place.
This podium could have been the Turing point of a season that so far has been plagued by misfortune – but it was not meant to be.
On Sunday, Marciello sprinted from first row and left his adversaries in the dust, until a safety car nullified the results of his hard work. Then, at the moment of the pit-stop, a problem with the radio caused a miscommunication between Marciello and the team, which resulted in the Ticino driver arriving at the box one lap sooner than expected. This caused a race-ending 30 seconds delay: Abril found himself in 23rd when he got back on the track, and couldn’t do much more than climbing back to 18th. Had the radio worked, the no 88 would probably have crossed the finish line in first place – a fact that left a bad taste in the team members’ mouths despite the podium obtained in the race one.

Now Marciello will be busy with the official tests for the 24H of Spa, after which he will travel to Zandvoort, where he will race on July 13-14.

BLANCPAIN GT WORLD CHALLENGE – MISANO
MARCIELLO A PODIO MA CON L’AMARO IN BOCCA

In un caldo torrido Romagnolo, si è svolto il secondo appuntamento del Blancpain GT World Challenge presso il circuito di Misano. Il secondo appuntamento della serie ha visto Raffaele Marciello scendere in pista coadiuvato dal compagno di equipaggio Vincent Abril a bordo della Mercedes AMG GT3 numero 88 questa volta rinnovata nella livrea, caratterizzata ora da un rosso brillante molto suggestivo. Sin dal Giovedì le vetture sono scese in pista per una prima sessione di test privati, prima di proseguire nella giornata di Venerdì con le tradizionali prove libere, utili all’equipaggio per la messa a punto della vettura e per prendere sempre maggiore confidenza con il tortuoso circuito intitolato a Marco Simoncelli. Sabato i motori si sono accesi per le prove di qualificazione che hanno visto rispettivamente al volante Abril nella Q1 e Marciello nella Q2. Il Monegasco Abril ha compiuto la sua sessione in quinta posizione a circa tre decimi dalla vetta e primo tra le vetture Mercedes-AMG, dopo un gruppo di Audi, Aston Martin e Lamborghini molto rapide. Nella seconda sessione il Ticinese Marciello si è immediatamente imposto con un ritmo imbarazzante di settore in settore, piazzandosi in cima alla classifica e continuando a migliorare sino al termine della sessione ottenendo una meritatissima pole-position.

I presupposti per un ottimo week-end di gare, considerando le rispettive posizioni di partenza, vi erano tutti. Sabato sera è andata in onda la prima delle due corse del week-end, finalmente in uno scenario meno bollente di quello vissuto sino a quel momento. Nelle fasi di partenza Abril non è stato molto incisivo ed è scivolato in ottava posizione, tenendo comunque il passo del gruppetto di testa. Complici anche alcuni contatti e testacoda tra le vetture davanti è riuscito a risalire sino alla quarta posizione prima di entrare in corsia box per il pit-stop con cambio gomme e pilota. Marciello, rientrato in pista in seconda posizione alle spalle della Lamborghini in testa, ha iniziato un recupero sulla vettura in testa sino a portarsi immediatamente alle spalle della vettura di Sant’Agata, concludendo la corsa così in seconda posizione ed infliggendo un notevole distacco a tutti gli avversari alle spalle. Con soddisfazione dunque il duo Abril-Marciello è salito sul podio, sperando di aver voltato pagina rispetto le disavventure accadute sino ad ora da inizio stagione. Purtroppo, quanto a cui eravamo abituati, si è puntualmente verificato nella gara della Domenica. Marciello, partito dalla pole position in modo perfetto ,ha distaccato notevolmente l’Audi alle sue spalle sino a vedere il suo vantaggio annullarsi a causa di una safety car che è entrata in pista poco prima del pit-stop. Nel momento del pit-stop si è verificato l’inghippo che ha rovinato la corsa: non funzionando la radio tra il box e la vettura di Marciello, Raffaele è entrato nei box quando previsto ma, purtroppo, il team non era pronto con la sostituzione degli pneumatici, pensando che il Ticinese sarebbe rientrato il giro successivo, non facendosi trovare dunque pronto al cambio e perdendo più di trenta secondi, secondi che si sono rivelati fatali per la corsa. Abril , rientrato in pista in ventitreesima posizione, non ha potuto fare altro che effettuare qualche vano sorpasso sino a concludere la corsa in quindicesima posizione, ben lontani dalla testa della corsa che invece avrebbero potuto facilmente ottenere.

Con un grande rammarico si abbandona questa pista, felici sì del podio della prima gara ma amareggiati per aver gettato al vento una vittoria davvero possibile. Il prossimo appuntamento, dopo i test ufficiali della 24h di Spa, sarà tra due settimane presso il circuito di Zandvoort il 13 e 14 Luglio prossimi.

Comments are closed.