MENU
2018_marciello_suzuka_header

SUZUKA: DOUBLE PODIUM IN THE PRO-AM CLASS

2018_rmarciello_adact_gtmasters

AN UNLUCKY WEEKEND FOR MARCIELLO IN THE GERMAN SERIES

mfj

26/07/2018 Comments (0) Views: 334 Blancpain GT Series 2018, Podium, Races, TeamLello

FUJI: ANOTHER PODIUM FOR MARCIELLO

BLANCPAIN GT ASIA – FUJI
ANOTHER PODIUM FOR MARCIELLO: A WIN IN THE PRO-AM CLASS AND A SECOND PLACE OVERALL

Less than a month after the Suzuka race, Marciello was back at the wheel of the Mercedes AMG GT3 no 888 of the Team Gruppe M for the Fuji stage of the Blancpain GT Series Asia. The Fuji track is fast, not too technical, and features a few ups and downs as well as a long straight – where the Mercedes is bound to have a hard time keeping up with faster cars. On Friday, Marciello and teammate Alexander Mattschull worked hard with the engineers in order to find the perfect set-up. On Saturday Marciello dominated the free sessions, but things didn’t go as well in qualifying: Mattschull finished 18th in the first leg, and the Ticino driver – despite being able to grab a third place – was left frustrated because he’d been slowed down by the presence of GT4 cars on the track (which shouldn’t have been there). Race one seemed doomed from the start, and although Mattschull was able climb up to 15th, a technical problem forced him back to the box. Marciello inherited a 25th position, and managed to finish 17th.

Race 2 took place on Sunday afternoon. Marciello sprinted from second row, fell back to fourth, and immediately proceeded to put pressure on the Ferrari in front of him. A few laps later he won the third position and started to chase after the next opponent. With half an hour to go, Marciello handed the car to Mattschull, who, thanks to the “penalties” inflicted to the top three cars of race 1 (15 seconds for the winner, 10 for the runner-up and 5 for the third), found himself in the lead. He drove flawlessly but at a slow pace, and inevitably fell back to third. Luckily, a mistake by the Lamborghini in front of him allowed him to cross the finish line in second place.
Marciello now has a few days to recharge his batteries in view of the most important race of the season: the 24H of Spa, which will see Marciello fight for the victory at the wheel of AKKA ASP Team’s Mercedes AMG GT3 no 88 alongside teammates Juncadella e Vautier.

BLANCPAIN GT ASIA – FUJI
ALTRO PODIO PER MARCIELLO: VITTORIA IN CLASSE PRO-AM E SECONDA POSIZIONE ASSOLUTA

Dopo meno di un mese dalla gara di Suzuka del Blancpain GT Series Asia, Raffaele Marciello è nuovamente ritornato nella terra del Sol Levante per l’appuntamento del Fuji. Sullo storico tracciato ai piedi dell’omonimo monte, a circa due ore da Tokyo, Raffaele ha portato in pista la Mercedes AMG GT3 numero 888 del Team Gruppe M coadiuvato dal gentleman driver Tedesco Alexander Mattschull. Il bellissimo circuito Giapponese si presenta come una pista molto veloce, non particolarmente tecnica e caratterizzata da piacevoli sali scendi e da un rettilineo molto molto lungo dove le vetture della casa di Stoccarda pagano un notevole gap in termini di velocità massima rispetto la concorrenza.

Nel corso della giornata di Venerdì, Marciello ha lavorato con il compagno di squadra ed il Team cercando di trovare l’assetto ottimale, senza però utilizzare gomma nuova e restando comunque costantemente ai vertici della classifica. Sabato mattina i motori si sono accesi per un turno di prove libere prime delle due sessioni di qualificazione che determinano l’ordine di partenza nelle due rispettive gare. Nelle prove libere Marciello si è imposto in prima posizione, fiducioso del potenziale della vettura che, anche se non con un set up ottimale e non particolarmente veloce, si è dimostrata efficace.

Nelle prove di qualificazione, la prima sessione ha visto al volante il Tedesco Mattschull che purtroppo non è riuscito ad andare oltre alla diciottesima posizione assoluta. Nelle seconda sessione, Raffaele ha chiuso in terza posizione e circa un decimo dalla vetta e prima Mercedes in assoluto, dietro alle veloci Lamborghini e Nissan. Terminata la sessione però il pilota Ticinese non era soddisfatto perché si sentiva di poter fare meglio, cosa che non è stata possibile a causa del traffico delle lente vetture GT4 con cui è stato erroneamente fatto entrare nelle fasi iniziali della qualifica, rovinando così i propri giri migliori.

Nel pomeriggio è andata in scena la prima delle due gare che, vista la posizione di partenza, si prospettava in salita. Partito dalla diciottesima piazza, il Tedesco Mattschull è riuscito a risalire sino alla quindicesima posizione ma, dopo pochi giri, è stato costretto ad una sosta ai box, a causa di un problema al sistema di alimentazione della vettura che ha richiesto un reset prima di poter ripartire. Rientrato nelle retrovie, ha riconsegnato la vettura dopo mezz’ora di guida al Ticinese Marciello che dalla venticinquesima posizione è riuscito a risalire sino alla diciassettesima piazza.

Domenica pomeriggio ha invece preso il via la seconda gara, che ha visto Marciello scattare dalla seconda fila. Nelle fasi di partenza Marciello è scivolato in quarta posizione ed ha da subito messo pressione alla Ferrari in terza posizione. Dopo pochi giri è riuscito ad agguantare il terzo posto, cercando di recuperare terreno sulla seconda piazza. A mezz’ora dal termine il volante è passato nelle mani di Matschull che, considerando le penalità degli avversari che in gara uno hanno chiuso a podio (quindici secondi al primo, dieci secondi al secondo e cinque secondi al terzo), si è ritrovato primo assoluto al suo rientro. Nel corso del proprio stint il Tedesco ha condotto senza errori ma comunque con un passo lento che, a pochi giri dal termine, lo ha portato a scivolare in terza posizione.

Fortunatamente la Lamborghini davanti a lui, commettendo un errore, ha così regalato la seconda piazza, posizione che ha mantenuto sino alla fine della corsa. Conclusa la gara in seconda posizione, il tempo di tornare in Europa per Raffaele che immediatamente lo attende l’impegno più importante della stagione: la 24H di Spa, gara di durata davvero entusiasmante dove Raffaele correrà con i compagni Juncadella e Vautier con la Mercedes AMG GT3 numero 88 del team AKKA ASP.

Comments are closed.