MENU
upsilon_marciello_2018_header

NEW PARTNERSHIP FOR MARCIELLO: UPSILON PROPERTIES SA

mfj

FUJI: ANOTHER PODIUM FOR MARCIELLO

2018_marciello_suzuka_header

05/07/2018 Comments (0) Views: 374 Blancpain GT Series 2018, Podium, Races, TeamLello

SUZUKA: DOUBLE PODIUM IN THE PRO-AM CLASS

BLANCPAIN GT ASIA – SUZUKA
DOUBLE PODIUM IN THE PRO-AM CLASS FOR MARCIELLO

Marciello’s Asian weekend started already on Tuesday, when he performed a series of tests and begun working on the set-up of his Mercedes in view of the third stage of the Blancpain GT Series.
On Friday Marciello, at the wheel of the Mercedes AMG GT3 n. 88 alongside teammate Alexander Mattschull (GER), took the free sessions by storm, rising to the top of the standings in both sessions. On the next day, Mattschull confirmed his good form by finishing second in the AM category (ninth overall) behind a Lamborghini, and Marciello, who felt at ease on the Suzuka track (which features many ups and downs), also finished second in the category (third overall) despite being hindered by traffic and by a tire problem that caused the car to oversteer. 
After some more set-up work with the team, the engines roared for Race one. Mattschull, who sprinted from fifth, couldn’t find his usual pace, and fell back to seventeenth, before gaining a few places and handing the car to Marciello in thirteenth. Marciello had to endure a fifteen seconds stop – a “fair play” penalty inflicted because of the win obtained by the Mercedes at the last race in Thailand – and found himself in seventeenth again. With nothing to lose, the Ticino driver made an impressive comeback, climbing up to eight (second in the Pro-AM category), and scoring the fastest lap of the race.
On Sunday’s Race 2 Marciello started from second row, kept the third place, then proceeded to put pressure on the Ferrari in front, which ended up bumping into an opponent. Marciello, now second, kept up a good pace before passing the baton to his teammate. Mattschull lost a position, then went into a tailspin, and could only finish sixth (second in the Pro-AM category).
 
Marciello can be proud of his performance, and look forward with confidence to the upcoming 24h of SPA. Marciello will perform a few tests on the second and third of July, in preparation for the big event, which will take place at the end of the month.


BLANCPAIN GT ASIA – SUZUKA

DOPPIO PODIO NELLA CLASSE PRO-AM PER MARCIELLO


Si è giunti al terzo appuntamento della serie Asiatica del Blancpain GT Series. Giunto nella terra del Sol Levante nella giornata di Giovedì, il Ticinese Marciello ha svolto una giornata di test privati per la casa di Stoccarda, dove ha iniziato a lavorare sul set-up della vettura in vista del week-end di gara che sarebbe iniziato di lì a poco. Nella giornata di Venerdì ha avuto il inizio il vero e proprio programma di gara con due sessioni di prove libere che hanno visto al volante della Mercedes AMG GT3 numero 888 del Team Gruppe M, Marciello coadiuvato dal Bronze Driver Tedesco Alexander Mattschull.

In entrambe le sessioni l’equipaggio Italo-Tedesco si è imposto al vertice della classifica, con ottime prestazioni cronometriche di Raffaele che si è subito trovato a proprio agio sul guidato circuito Giapponese pieno di sali-scendi. Anche il compagno Mattschull ha inizialmente svolto un buon lavoro, dimostrando un buon passo gara e consistenza di guida. Sabato mattina i motori si sono accesi per le prove di qualificazione che hanno visto il Tedesco Mattschull al volante nella Q1 e Marciello nella Q2.

Come nella serie Sprint Europea, le due sessioni di qualificazione determinano l’ordine di partenze delle due rispettive gare. In Q1 Mattschull ha svolto un buon lavoro piazzandosi in nona posizione assoluta e secondo nella categoria Pro-AM, dietro solo alla Lamborghini numero 63. Nella seconda sessione Raffaele non è riuscito a costruire il giro perfetto, come invece aveva già fatto nei giorni precedenti durante le sessioni di prove libere, a causa del traffico e delle pressioni non ottimali degli pneumatici che hanno portato ad una vettura sovrasterzante, risultato: terzo posto assoluto, secondo nella categoria Pro-AM. Con un risultato comunque di tutto rispetto, i due piloti non hanno smesso di lavorare con gli ingegneri in vista della gara di Sabato pomeriggio. Da ricordare che in occasione della prima gara la Mercedes AMG GT3 numero 88 ha dovuto scontare uno stop extra di quindici secondi imposto dal regolamento, a seguito della vittoria ottenuta nell’ultima gara disputata in Thailandia. Nelle fasi iniziali di gara Mattschull, partito dalla quinta fila, non è riuscito a mantenere la propria posizione sino a scivolare indietro in diciassettesima piazza. Il passo del Tedesco era davvero lento e ben lontano da quanto dimostrato nei giorni precedenti, sintomo che qualcosa non funzionava al meglio. Al termina della mezz’ora di guida, Mattschull ha lasciato la vettura a Marciello in tredicesima posizione. Il Ticinese, una volta scontati i quindici secondi di penalità, è potuto ripartire trovandosi in diciassettesima posizione. Da questo momento è partita la rimonta di Raffaele che ha recuperato posizioni sino all’ottava piazza assoluta, seconda posizione in classe Pro-AM, facendo segnare anche il giro più veloce della corsa. Solo al termine della gara si è scoperto che durante la prima mezz’ora di gara il Tedesco ha guidato con una mappatura del motore errata, meno potente, fattore che è costato circa un secondo e mezzo al giro.

Domenica è andata in scena la seconda gara che ha visto Marciello partire dalla seconda fila. Mantenuta la terza posizione nella fasi iniziali della corsa, Marciello ha poi iniziato a fare pressione sulla Ferrari che si trovava in seconda posizione; pressione che in qualche modo è servita portando all’errore la Ferrari che ha tamponato una vettura durante una fase di doppiaggio. Raffaele, trovandosi dunque in seconda posizione, non ha smesso si spingere e durante la propria mezz’ora di guida ha fatto segnare un passo gara notevole. Terminato il primo stint, il volante è poi passato al Tedesco che nuovamente ha dimostrato di non avere un buon ritmo, venendo sorpassato da una Lamborghini dopo pochi minuti e scalando così in terza posizione. Pochi minuti dopo inoltre, in modo del tutto autonomo, Mattschull è incappato in un testa coda scalando in sesta posizione e terminando la gara in questa piazza, seconda posizione della classe Pro-AM. Con un po’ di rammarico si abbandona il Giappone sapendo che la sola prestazione di Raffaele avrebbe garantito un podio anche nella classifica assoluta. Il pensiero però è già rivolto alla 24H di Spa, dal momento che Raffaele svolgerà i test ufficiali della corsa i prossimi due e tre luglio, in previsione dell’appuntamento molto atteso di fine mese.

 

Comments are closed.